Consigli utili

Consigli utili

Organizzare un trasloco è molto impegnativo e stressante. Pianificare ogni fase renderà tutto più facile e veloce. Se decidete di affidarvi ad una ditta specializzata è bene contattarla almeno un mese prima e farsi fare un preventivo.

Prima del trasloco
• Procuratevi in numero sufficiente scatoloni di varie grandezze;
• inscatolate se è possibile gli oggetti di ogni stanza separatamente e scrivete fuori dalla scatola a quale stanza appartengono;
• mettete gli oggetti più pesanti nelle scatole più piccole per trasportarli con minor fatica;
• gli oggetti particolarmente fragili vanno separati l’uno dall’altro con materiale antiurto e gli spazi vuoti devono essere riempiti con della carta;
• preparate una scatola con le cose di primaria necessità e i documenti da tenere sempre a portata di mano;
• solo dopo aver riempito tutti gli scatoloni pensate ai mobili;
• procuratevi un mezzo di trasporto adatto al trasloco, che sia in grado di sostenere il peso degli oggetti da trasportare;
• se non avete un furgone è consigliabile noleggiarlo.

Dopo il trasloco
Dopo aver traslocato è obbligatorio comunicare il nuovo indirizzo a:
• Anagrafe. Se cambiate solo indirizzo, ma rimanete nello stesso Comune di residenza, dovete avvisare l’Ufficio anagrafe. Se vi trasferite in un altro Comune, dovete comunicarlo all’Ufficio anagrafe del nuovo Comune;
• Acqua. Se vi trasferite in un condominio, in genere non dovete comunicare nulla: i contratti con l'Acquedotto infatti, spesso sono intestati al condominio;
• Luce e gas. Dovete disdire i vecchi contratti e attivare i nuovi, ricordandovi di rilevare le letture dei contatori fino al giorno in cui andate via. Valutate l'opportunità di fare le cosiddette "volture" degli abbonamenti luce e gas.
• Medico. Basta rivolgersi all'Azienda sanitaria locale (Asl) presentandosi con un certificato di residenza (va bene anche una autocertificazionee la tessera sanitaria per ottenere l'assegnazione di un nuovo medico;
• Spazzatura. Bisogna recarsi all’ufficio delle tasse del Comune, ricordatevi di avvisare anche l'ufficio del Comune dove abitavate prima, altrimenti sarete costretti a pagare anche la tassa della vecchia residenza, la cancellazione infatti non è automatica;
• Telefono. Rivolgetevi alla compagnia dei telefoni, se il prefisso telefonico non cambia potete conservare il vostro numero di telefono, senza attivare un nuovo contratto, ma trasferendo la linea nella nuova abitazione.
Compilando il form e richiedendo un preventivo on-line potrai
usufruire di alcuni benefit se il servizio diverrà operativo.
Accedi ora, è facile, gratuito e conviene!

Il tuo trasloco FIORE oggi anche in comode rate con NEOS FINANCE.

Quante volte è capitato di dover ottimizzare i costi a discapito di un servizio non più in linea con le vostre reali esigenze in termini...
Leggi tutto
loghi